Esprimersi su tutto, pur non sapendo nulla

Esprimersi su tutto, pur non sapendo nulla

Un tempo si diceva “il silenzio è d’oro” e, con tale affermazione, si indicava una manifestazione, uno stato di forza, di chi non aveva bisogno per far intendere la propria condizione di grandi slanci verbali. Oggi come oggi invece, nell’epoca della comunicazione senza confini, della necessità di mediatizzare ogni momento della vita, anche quando si compiono i gesti più banali…

Share
Continue Reading »

Il nostro I Maggio, il nostro lavoro

Il nostro I Maggio, il nostro lavoro

Nell’ultima settimana, quella che sostanzialmente ha visto l’avvicendamento tra la (pseudo) festa della (pseudo) liberazione ed il I Maggio, abbiamo avvertito molta tensione ideale, molto entusiasmo di testimonianza, presso tante realtà identitarie sia da noi frequentate e con le quali collaboriamo, sia quelle solamente osservate nelle loro attività attraverso i canali comunicativi e d’informazione. Gran parte dell’Italia è stata percorsa…

Share
Continue Reading »

Il sistema; tra normalizzazione e banalità (ultima parte)

Il sistema; tra normalizzazione e banalità (ultima parte)

Viviamo in una società che, quindi, non ha slanci di portata storica, ma più che altro sopravvive in un voler “tirare a campare”, un quotidiano senza fine, in cui non esiste una vera progettualità per il futuro ma solamente un miraggio fondato su di un’allucinazione collettiva fornita dal sistema. L’Europa si illude di essere un esempio positivo di civilizzazione democratica…

Share
Continue Reading »