Il nostro I Maggio, il nostro lavoro

Il nostro I Maggio, il nostro lavoro

Nell’ultima settimana, quella che sostanzialmente ha visto l’avvicendamento tra la (pseudo) festa della (pseudo) liberazione ed il I Maggio, abbiamo avvertito molta tensione ideale, molto entusiasmo di testimonianza, presso tante realtà identitarie sia da noi frequentate e con le quali collaboriamo, sia quelle solamente osservate nelle loro attività attraverso i canali comunicativi e d’informazione. Gran parte dell’Italia è stata percorsa…

Share
Continue Reading »

Una medicina amara a proposito dell’emigrazione

Una medicina amara a proposito dell’emigrazione

Si perdono  i suoi tesori come i resti archeologici, le elaborazioni culturali ed artistiche ed in generale i frutti inestimabili generati dalla cultura e dalla tradizione del suo popolo. Analizzando una questione attualissima, quella dell’emigrazione in Europa, si deve scrivere che noi europei stiamo commettendo uno tra i peggiori reati che il divino non perdona, infatti con questo incentivo totale…

Share
Continue Reading »

Marciare o marcire?

Marciare o marcire?

Cos’è l’Italia è oggi Gli anniversari possono essere o molto utili o molto dannosi, dipende da come ci si approccia con la storia, con l’eredità degli eventi, e il loro inserirsi positivamente in un percorso di maturazione culturale. Il 26 ottobre del 1954 Trieste tornava a pieno titolo città italiana, dopo aver rischiato di diventare bottino di guerra del piccolo…

Share
Continue Reading »