III Guerra Mondiale o guerra civile globale?

III Guerra Mondiale o guerra civile globale?

 

“Molti sostengono che un terzo conflitto è impossibile, perché porterebbe ad una guerra nucleare che annienterebbe il mondo, ma in questo articolo vogliamo sostenere, al contrario, che una guerra mondiale è possibile, perché non sarà come le guerre mondiali del passato, cioè un conflitto con fronti definiti, ma sarà appunto un conflitto liquido con fronti contrapposti nella stessa nazione, come è stata la guerra dell’Afghanistan, ma ancora di più il recente attacco al regime di Gheddafi o la Guerra Civile Siriana”.

 

Tratto da “La guerra civile globale” (www.hescaton.com)

Prendiamo spunto da quest’articolo, tratto da un blog d’informazione antagonista, che comunque trova spazio anche sul sito di Wall Street Italia, per ragionare a tutto campo sulle prospettive di breve termine che potremmo dover affrontare noi tutti.

 

La crisi economica, partita dall’Occidente tra il 2007 e il 2008, si è ormai propagata come un virus, intaccando anche il circuito delle nazioni “emergenti”; BRIC (Brasile/Russia/India/Cina) e non solo. Questo peggioramento generale della situazione sta avendo ripercussioni negative nuovamente sull’Occidente, che si trova a dover gestire sia le proprie criticità interne in un quadro instabile, sia l’impossibilità di poter ripristinare l’antico primato, senza creare nuove e più profonde fratture con realtà competitive sorte nell’ultimo decennio. Una spirale che non consente, ad oggi, e non consentirà certo nemmeno in futuro, facili scorciatoie, e che sta mettendo a nudo il fallimento dei processi di globalizzazione succedutisi tra il XX secolo e l’inizio del XXI secolo.

 

I focolai di tensione geopolitica, e i recenti conflitti che si sono sviluppati parallelamente con la crisi generalizzata, rappresentano l’anteprima di un modello di scontro armato nuovo, la cui gestazione è avvenuta durante l’occupazione statunitense dell’Iraq. Un modello che si è radicato molto più di quanto si possa immaginare, e molto in fretta, in particolare tra Africa e Medio Oriente, e che potrebbe essere la nuova modalità bellica di quest’epoca.

 

L’instabilità sociale, ormai congenita in molte aree e nazioni, ivi compresa l’Europa, potrebbe far esplodere questa forma di conflitto armato non convenzionale, nel quadro di una guerra tra due o più competitors globali. Il che ci fa ritenere possibile l’implosione del sistema mondialista e l’interruzione del suo sviluppo che, a tappe forzate, stava portando ad un nuovo equilibrio economico e politico internazionale e sovranazionale.

 

USA ed Europa potrebbero sicuramente rientrare tra i probabili “campi di battaglia” di questa modalità di conflitto postmoderna, che avrebbe le caratteristiche di una guerra civile endemica. Mentre altre regioni svolgerebbero la funzione di teatro per scontri più “classici” tra nazioni.

 

Gabriele Gruppo

 

 

Share

Comments on “III Guerra Mondiale o guerra civile globale?

  1. Pingback: III Guerra Mondiale o guerra civile globale? (StampAlternativa) | La freccia di Fania

Lascia un Commento